Background Image

Un' occhiatina

Antoine Puisais

Pic Image Image Image


Antoine Puisais

Terrains

Vedere le opere
Dal 08/03/2021al 15/09/2021
Pittore e artista autodidatta, Antoine Puisais nasce nel 1945. Vive e lavora a Cannes da molti anni. Fortemente e istintivamente attratto dalla pittura, inizia a dipingere nel 1998. La sua pratica artistica è fatta di pittura, collage e stampa. Una cifra, la sua, che mette l'accento sull'errore, la sconfitta e la sorpresa, una sorta di « riorganizzazione del caos ».
Sentiamo le sue stesse parole per spiegare il suo percorso : « Innanzitutto è importante comprendere che i miei lavori non sono premeditati, ma delle scoperte.
Come l'archeologo che a poco a poco estrae ciò che ha trovato, io lavoro su delle superfici che si rivelano grazie a un metodo di stampa singolare e sbilenco che ho messo a punto nel corso delle mie ricerche. Lavoro con delle matrici su cui la tela - o la carta - vengono incollate e poi strappate. Questo procedimento mi permette di trasferire la pittura ma anche il suo supporto con la conseguente scia di errori, cancellature, vuoti.
Fin dalla prima tappa si tratterà dunque di FARE e DISFARE il lavoro, di giocare con il PIENO e con il VUOTO, di costruire, decostruire e restaurare.
Queste superfici rappresentano in fondo dei terreni di gioco sui quali potrò creare dei ponti fra i differenti campi che nutrono la mia pratica, vale a dire l'architettura, le rovine, la pittura astratta, il minimalismo, la grafica.
Secondo me la qualità umana più entusiasmante risiede nella nostra capacità di adattamento. Considero ogni mio lavoro artistico come un problema da risolvere con intuizione, metodo e un caso fortuito felice. »
Antoine Puisais ha frequentato molto brevemente una scuola d'arte preferendo presto una propria strada personale, motivato più dall'azione che dalla teoria. Fin dai suoi inizi, preferisce sperimentare e continua a farlo, nutrendosi del lavoro dei maestri che lo hanno preceduto. Grandi artisti che l'aiuteranno a scoprirsi e a rivelarsi come Jean-Michel Basquiat che inciderà molto sui suoi primi anni e poi Donald Baechler e, più tardi ancora, Christopher Wool, che lo condurrà verso l'astrazione. Quando gli si chiede di nominare degli artisti il cui lavoro gli piace particolarmente, i nomi di Max Bill, Calder, Henri Matisse o Cy Twombly vengono spontaneamente.



Antoine Puisais espone regolarmente in mostre personali (la prima a Cannes nel1999) e in collettive (Parigi, Copenaghen, Torino, Miami, New York).
Con la speranza e l'augurio che la scoperta del bel lavoro di questo artista sia fonte di piacere.


Precedenti Occhiatine ...